il ferro
Le mostre temporanee allestite a Palazzo Achilli 
  
Compila il questionario di valutazione delle visite guidate e delle attività didattiche svolte all'Ecomuseo: collabora con noi per migliorare la qualità dei nostri servizi!


Link pagina Facebook

il ferro

La lavorazione del ferro è sempre stata di importanza vitale, per la costruzione di armi e di attrezzi per l’agricoltura e l’edilizia. In Toscana la presenza di minerale ferroso in grande abbondanza sull’Isola d’Elba ha consentito lo sviluppo di una civiltà del ferro,  nata con gli Etruschi e sviluppatasi poi durante i secoli, fino a interessare tutta la regione. 
L’itinerario del ferro racconta la storia della siderurgia in epoca tardo medievale e pre-industriale presente sulla Montagna Pistoiese almeno dal  XIV secolo; dal 1543,  grazie a Cosimo I de’ Medici,  la zona divenne primo polo siderurgico del Granducato di Toscana.
La montagna, con i suoi fitti boschi e l’abbondanza di acqua, era infatti ricca di energia naturale e garantiva la forza motrice e il combustibile per gli antichi opifici di lavorazione del ferro.


Ferriera di Maresca
via del Molin Vecchio.
A Maresca è visitabile la più antica ferriera di tutta la Toscana; costruita verso la metà del XIV secolo, ha lavorato fino agli anni ’80 del 1900. L’Ecomuseo l’ha restaurata, grazie a finanziamenti europei, locali e privati (Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia) ed è aperta al pubblico dal 25 settembre 2016. Scopri come si è evoluto il suo restauro.
Al suo interno si conservano i macchinari idraulici storici (ruote, albero, magli). Il visitatore può provare a lavorare il ferro, sotto la guida dei nostri operatori. Diventa anche tu fabbro del Granducato di Toscana!

Orari di apertura: 
Luglio - sabato e domenica dalle 16.00 alle 19.00.   
Agosto - da giovedì a domenica dalle 16.00 alle 19.00.  
Prove di lavorazione del ferro alla forgia.

Museo e giardino didattico del ferro
via La Piana-Pontepetri.
A poca distanza da Maresca, il museo del ferro: aperto nel 1999, propone documenti, filmati e attrezzi per lavorare il ferro provenienti dalle antiche ferriere locali. Gli studenti più giovani sono coinvolti in una divertente caccia al tesoro, “Il Principe di ferro”. Nel giardino pubblico vicino al museo è stato ricostruito un comparto per l’uso dell’energia idraulica, con canali (gore) e bottaccio; l’acqua del torrente Maresca mette in azione sotto i vostri occhi due grandi ruote in legno e un maglio che riproducono gli ambienti della ferriera e del mulino da castagne.

Orari d'apertura: 
Luglio - sabato e domenica dalle 16.00 alle 19.00 - 26/07 (Festa di Sant'Anna) dalle 16.00 alle 19.00 e dalle 21.00 alle 23.00.
Agosto - da giovedì a domenica compreso il 15/08 dalle 16.00 alle 19.00

Ecomuseo trekking - Sentiero della Ferriera
Pontepetri
Dal giardino didattico è possibile proseguire per circa 600 m lungo il sentiero della Ferriera fino alla presa d'acqua sul torrente Maresca. L'antica gora che scorre accanto alimentava un tempo la ferriera di Pontepetri, risalente al XVIII secolo e demolita nel 1978.
Sentiero facile, sempre aperto, dotato di area pic nic, lungo il torrente Maresca. 
Si prega di dotarsi di abbigliamento comodo e adeguato.  
 
Ponte Sospeso
Mammiano.
A Mammiano è visitabile il Ponte Sospeso (costruito nel 1922), uno dei ponti pedonali a fune più lunghi al mondo (212,4 m di luce) e un’altezza massima di 40 m dal letto del fiume. Accesso libero. 

Ferrovia Porrettana
Inaugurata nel 1864, lunga 99 km, fu una delle prime linee ferroviarie del Regno d’Italia, realizzata per unire il nord con il centro, da Pistoia a Bologna. E’ un’opera ingegneristica straordinaria, per i ponti, i viadotti e le gallerie (47, scavate nelle montagne dell’Appennino Pistoiese). La tratta da Pistoia a Ponte della Venturina attraversa un paesaggio pressoché intatto e selvaggio, nel cuore dell’Appennino Tosco Emiliano. Vedi Sito Associazione Porrettana Transapp.

L’Ecomuseo collabora dal 2016 con il museo Magma di Follonica per valorizzare la storia della siderurgia in Toscana.
Scopri la Toscana del ferro, dal mare della Maremma alle foreste dell’Appennino Tosco
Emiliano.




Giardino didattico a Pontepetri (foto di Chiara Traversari)


Ponte sospeso a Mammiano

Ferriera Papini a Maresca (foto di Lorenzo Gori)